Anello della salute

L’Anello della Salute vuole ripercorrere in chiave Ciclosportiva-Cicloturistica le orme di un sentiero ,creato anni fa ,dove erano state poste delle costruzioni in legno per fare attivita’ ginniche camminando immersi nella naturale bellezza e storia della campagna giuliese.

Oggi purtroppo le costruzioni in legno sono andate perdute ma e’ rimasto il sentiero che offre uno splendido paesaggio tra la campagna con vigneti , uliveti e case vinicole ,attraversando paesi e cittadine ricchi di storia d’Abruzzo come Giulianova , Mosciano ,Montone il tutto tra mare e montagna. Quale modo migliore se non percorrerlo in Bike???

Si parte dal parcheggio antistante Hotel Europa dopo breafing di benvenuto , istruzioni per la sicurezza e controllo equipaggiamento delle nostre Guide Ciclosportive F.C.I di Destinazione Abruzzo Bike e Land .

Seguendo le indicazioni delle Guide Ciclosportive ci immettiamo sulla pista ciclabile “Bike to Coast” lungomare Zara di Giulianova direzione Sud. All’altezza del Porto di Giulianova giriamo a destra su Via Nazario Sauro fino al sottopasso della stazione. Oltrepassato il sottopasso a piedi ,al semaforo attraversiamo la SS16 . Risaliamo sulla bike per proseguire su via Giacomo Matteotti fino ad incrociare via XXIV Maggio. Prendiamo a destra dopo aver fatto lo “Stop” mantenendo sempre la destra sui tornanti in salita fino ad arrivare a Giulianova Paese. Pausa al Belvedere dove verso Est possiamo ammirare il magnifico paesaggio sul mare con il porto di Giulianova .Alle nostre spalle ad Ovest troviamo piazza della Liberta’ con il monumento dedicato a Vittorio Emanuele II ,opera dello scultore giuliese Raffaele Pagliaccetti (1838-1900) e la cappella Gentilizia “De Bartolomei”. Si riparte su Corso Giuseppe Garibaldi per 400 metri circa . Giriamo a destra su via Cerulli per attraversare dopo lo “Stop” via Cupa facendo ben attenzione alle macchine!!! Via Cerulli prosegue su strada sterrata per 300 metri. Giriamo a destra all’altezza della casa colonica e proseguiamo per 500 metri .Giriamo a destra su via Muracche . Si prosegue per 1km fino ad immetterci a destra su tratturo in terra costeggiato da piante di olive. Qui inizia il nostro viaggio immersi nelle campagne giuliesi ricche di uliveti e vigneti. Si prosegue per 1km su stradina sterrata fino alla casa colonica da costeggiare a destra. A destra ci immettiamo su strada asfaltata per 200 metri fino a SP15.Allo “Stop “ Scediamo dalla bike per Prestare Attenzione (!!!) nell’attraversare la strada per immettersi su strada sterrata che costeggia per 1,5 km l’Autostrada. Al sottopasso autostrada giriamo a sinistra in leggera salita di 400 metri fino ad attraversare la piccola frazione Case di Trento. Dopo 300 metri manteniamo la sinistra per immetterci su tratturo di 350 metri circa con salita finale da fare anche a piedi . All’incrocio prestare attenzione allo “Stop” .Da qui si gira a sinistra per breve visita alla Casa Vinicola “D’ Angelo”  (Da visitare se previsto nell’escursione)*. Torniamo all’incrocio per continuare prima a destra e poi diritto per 300 metri fino ad immettersi a sinistra su stradina sterrata in salita. Dopo 300 metri immettersi a destra su tratturo per 1km con forte pendenza sia in discesa che salita che faremo a piedi . All’incrocio presteremo attenzione ad immettersi a destra .Qui per 1.5 km percorriamo la strada Via Casale con la sua Via Crucis tra la benevola ombra delle piante di olive fino ad arrivare al Convento Santi Sette Fratelli in frazione di Ripoli dove troviamo ristoro nell’antistante fontanella d’acqua . La chiesa è dedicata ai Santi Sette Fratelli e alla Madonna del Casale, Regina degli Angeli, di cui si conserva la stupenda statua lignea del 1688. Da qui ripartiamo a destra in leggera salita su strada in asfalto di Via Belifieri per circa 3 km fino a Colle S. Maria. Durante il tragitto ,alla nostra destra possiamo ammirare Mosciano Sant’ Angelo, paese medievale del IX secolo circondata da vigneti ed uliveti (Da visitare se previsto nell’Escursione)* .Arrivati a Colle Santa Maria prendiamo a destra SS262 con molta attenzione alle automobili ! Dopo 3 km arriviamo a Montone , paese medievale del X secolo con le sue chiese ed il suo maestoso belvedere sulla Costa Adriatica!. Si riparte e, prestando sempre attenzione alle automobili ,torniamo indietro sulla SS262 di 400 metri dove a sinistra troviamo incrocio che ci porta in Contrada Fonte Galliano con primo tratto in discesa per 250 metri fino ad imboccala a sinistra su strada imbrecciata per 1,5km fino al cavalcavia. Attraversato il cavalcavia, prestiamo attenzione a prendere subito a sinistra Via Vecchia per Montone , un tratturo che nei primi 200m percorriamo a piedi per poi continuare pedalando per 2km circa fino ad arrivare ad incrociare via Amendola. Attraversiamo a piedi e prendiamo a sinistra stradina che scende con curva prima a destra poi a sinistra fino ad arrivare al Santuario si S. Maria dello Splendore. Il Santuario , recentemente restaurato , e’ abitato dai Padri Francescani. La sua fondazione risale al 22 aprile 1557 legata all’apparizione della Vergine Maria.Qui troviamo ristoro nella fontana sotto il portico con mosaici che rappresentano la storia del Santuario. Ripartiamo prendendo a destra e scendendo lentamente su via Cavoni per 3km fino ad incrociare a destra Via L’Aquila per 1km fino a SS16 .Giriamo a destra per 150m su SS16 fino al semaforo. Attraversiamo a piedi verso Est fino al sottopasso di Via Nervi . Percorsi 200m ci troviamo sul lungomare Zara. Attraversiamo riprendendo a destra la “Bike to Coast” e dopo 2km il nostro arrivo : Hotel Europa !!!

Il saluto delle nostre Guide Ciclosportive con un “arrivederci” alla prossima avventura !

Il percorso è lungo circa 25 Km di media difficoltà e della durata di circa 4 ore.